La scuola del gratuito arricchisce!

Oggi festeggiamo un anno dalla nascita del gruppo di lavoro!

Ci siamo incontrati una volta al mese per dodici mesi consecutivi (anche in luglio e agosto), sempre con grande entusiasmo e voglia di confrontarci. Inizialmente abbiamo dedicato alcuni incontri per conoscere i nostri percorsi professionali e per far chiarezza circa le finalità del nostro condividere le diverse esperienze scolastiche. Ciò che è stato subito evidente è che ci accomuna la passione per la relazione educativa con i bambini e i ragazzi e il desiderio di aprire percorsi educativi improntati alla fiducia e alla gratuità. E’ stato un anno ricco di spunti di riflessione, di scambi e di proposte, da pochi mesi ci siamo aperti al blog, nella speranza di allargare il confronto a genitori e insegnanti.

Noi continuiamo con grande entusiasmo, perché ci siamo resi conto che mettendo in discussione i nostri percorsi scolastici non possiamo che arricchirci.

Anche questa volta abbiamo affrontato il rapporto insegnanti-genitori, perché siamo convinti che con un coinvolgimento vero delle famiglie la relazione educativa diventa più corrispondente alle esigenze dei ragazzi. Ci siamo fatti un “esame di coscienza” circa le modalità con cui si conducono i colloqui con i genitori e ci siamo resi conto che è difficile saper ascoltare davvero quanto le famiglie hanno da dirci circa i propri figli, senza filtrare le informazioni attraverso i pregiudizi che ci siamo fatti di loro. Eppure, è assolutamente necessario chiedere alla famiglia di aiutarci a conoscere il figlio e di indicarci le modalità di intervento e di approccio. Chi meglio di loro conosce i ragazzi che ci consegnano a scuola?

A questo proposito, Ferdinando ha illustrato un progetto europeo dal titolo “La pedagogia dei genitori”. La pedagogia dei genitori nasce intorno agli anni ’80 dall’esigenza di persone (casalinghe, studenti, operai, professionisti…) di inconrtrarsi per gestire socialmente la salute mentale attraverso un metodo di lavoro chiamato “attività terapeutica popolare”. Da lì il passo alla Pedagogia dei genitori attraverso famiglie di ragazzi con problemi di disabilità che hanno preso coscienza della loro capacità terapeutica in relazione ai propri figli . La pedagogia dei genitori valorizza le competenze degli stessi fino ad assumere oggi il ruolo di fromatori di specialisti che siano medici, insegnanti, assistenti sociali…Negli anni 2000 è’ diventato un progetto europeo sostenuto dalla Comunità europea.

Ultimo punto trattato nell’incontro è stato la volontà di ampliare la sezione libri del blog, inserendo recensioni di libri di pedagogia che sono in linea con la pedagogia del gratuito (non mancherà di certo don Milani)

Annunci

0 Responses to “La scuola del gratuito arricchisce!”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Cos’è la scuola del gratuito

La “scuola del gratuito” è un progetto pedagogico che si pone come obiettivo un’educazione capace di liberare la scuola e la società dai disastrosi condizionamenti della cultura del “profitto”. leggi tutto

ISCRIZIONI E INFO CONVEGNO 2017

Archivi

Se vuoi contattarci o sapere quando ci incontriamo:

scuoladelgratuito@gmail.com

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 166 follower

Aspettiamo i tuoi interventi!

  • 55,028 visite da Marzo 2009

Convegno Nazionale Scuola del Gratuito Forlì - 30 Settembre-1 Ottobre 2017

Nessun evento in arrivo


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: