MA A SCUOLA SI INSEGNA A PENSARE?

 Il 9 e 10 Febbraio, presso il Polo Lionello Bonfanti ad Incisa – Val d’Arno (FI),

 convegno nazionale

per Docenti, Dirigenti scolastici, Educatori, Animatori di comunità e Genitori

 

 “Il pensiero va a Scuola: strategie

dell’imparare a pensare”.

 

 

“A scuola, s’insegna a pensare?”: è questa la domanda cui organizzatori e docenti del corso  cercano di dare una risposta. Il 9 e il 10 Febbraio, presso il Polo Lionello Bonfanti, si cercherà di fare luce su un grande equivoco comunicativo e di fornire gli strumenti per accompagnare i ragazzi in un percorso che insegni loro a pensare in modo funzionale.

“La diffusa tendenza a identificare, quasi fossero sinonimi, “pensiero” e “conoscenza” ha portato a non pochi fraintendimenti.” – dice Giulio Carpi, pedagogista e presidente di Creativ – E’ convinzione diffusa che “insegnare conoscenze” sia, al tempo stesso, “insegnare a pensare”.  E’ vero che lo studio stimola una certa capacità d’apprendimento, ma non è automatico che esso conduca a sviluppare anche le capacità riflessive. Se “pensare”, nel significato più semplice e autentico, significa “pensare con cura”, “ponderare”, c’è da domandarsi quanto spazio, nella prassi didattica, sia effettivamente riservato a questo importante esercizio. La domanda diventa ancor più urgente se consideriamo il fatto che i nostri giovani oggi si trovano a gestire una così vasta quantità di informazioni che rischia di dominarli. E’ per questo che la capacità di pensare dovrebbe costituire una fondamentale disciplina trasversale e occupare un posto centrale nell’insegnamento.” 

“Saper pensare è importante per operare scelte e prendere decisioni, per risolvere problemi.” – AggiungeMichele de Beni, psicoterapeuta e pedagogista – “Si tratta di un problema di enorme importanza, interdipendente con uno spesso più cruciale, che riguarda le questioni etiche, di scelta, di utilizzazione e gestione delle conoscenze. Molti nostri successi, in campo cognitivo, affettivo e sociale, dipendono da questa capacità. Il Corso, in forma laboratoriale, diretto da riconosciuti Esperti nazionali e internazionali nel campo, intende presentare a Docenti, Dirigenti ed Educatori le basi per l’acquisizione di strategie-base di sviluppo del pensiero percettivo, metacognitivo e creativo.” 

 

Annunci

0 Responses to “MA A SCUOLA SI INSEGNA A PENSARE?”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Cos’è la scuola del gratuito

La “scuola del gratuito” è un progetto pedagogico che si pone come obiettivo un’educazione capace di liberare la scuola e la società dai disastrosi condizionamenti della cultura del “profitto”. leggi tutto

ISCRIZIONI E INFO CONVEGNO 2017

Archivi

Se vuoi contattarci o sapere quando ci incontriamo:

scuoladelgratuito@gmail.com

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 166 follower

Aspettiamo i tuoi interventi!

  • 55,028 visite da Marzo 2009

Convegno Nazionale Scuola del Gratuito Forlì - 30 Settembre-1 Ottobre 2017

Nessun evento in arrivo


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: