Perché cambiare?

All’inizio del secolo scorso il 95 % degli italiani era ancora analfabeta. Nel 1950 gli anni di frequenza scolastica di un italiano erano in media inferiori a 3; ora superiamo gli  8. Indubbiamente la scuola italiana ha compiuto un’opera importante. A partire dagli anni settanta la scuola ha cercato di darsi una veste nuova aprendo spazi alla partecipazione delle famiglie, degli studenti, soprattutto di quelli in situazione di difficoltà grazie a leggi, quali quelle sull’integrazione scolastica, che in Europa  e nel mondo vengono guardate con ammirazione . Dunque una scuola apparentemente capace di dare risposte a grandi bisogni sociali .

Perché cercare allora di cambiarla? Cosa contestarle  ?     riforma_scuola11

Le riforme scolastiche succedutesi negli anni  (negli ultimi  15 a ritmo serrato) avrebbero dovuto generare,  proprio grazie all’istruzione di milioni di cittadini, un cambiamento qualitativo della società che invece  non è avvenuto. Non è solo la crisi economica a dircelo ma le carceri strapiene, l’aumento dei suicidi tra i giovani, la decadenza della politica. E’ invece  stata proprio la scuola per prima a rimanere imbrigliata dalla cultura economicista e competitiva  del  sistema  stesso. Se si istruisce una popolazione senza un pensiero critico, l’istruzione stessa serve a sostenere i consumi , le politiche, i poteri  necessari alla sopravvivenza del sistema sociale. Le idee più illuminate, di cui sopra, capaci di cambiarlo, quali la democrazia degli  organi collegiali, l’integrazione scolastica ed il valore della diversità, la sostituzione dei rigidi programmi mnemonici  con le più elastiche indicazioni, sono state burocratizzate e rese “innocue”. I miglioramenti riusciti sono invece quelli  che hanno contribuito a rendere la scuola più competitiva, più dominio degli insegnanti, più barricata. Basti pensare al ritorno al voto, alle misurazioni INVALSI, agli esami di terza media e di maturità superiore. Perché allora, anziché cercare di riformare questa scuola,  volerne una completamente diversa? Perché  ogni processo di lifting della scuola finisce per servire la società del profitto .Perché crediamo che una nuova società possa scaturire esclusivamente dalla cooperazione educativa, da uno sguardo centrato  sulla persona, dalla motivazione anziché dall’obbligo, dal pensiero anziché dai contenuti, dalla fiducia anziché dal controllo e questo la scuola attuale non riesce a farlo. Crediamo che una nuova società è possibile se una nuova scuola è possibile. E una nuova scuola è possibile se riusciamo a dimostrare  che la scuola del Gratuito  produce più intelligenze, più responsabilità, più condivisione, più pace, più democrazia, più bene comune della Scuola del Profitto. Questa è la sfida . Le ri-forme, come dice il termine stesso, “ri” danno “forme” senza toccare la sostanza; vogliamo invece una scuola davvero nuova, capace di  costruire  una  società più felice !!

Annunci

0 Responses to “Perché cambiare?”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Cos’è la scuola del gratuito

La “scuola del gratuito” è un progetto pedagogico che si pone come obiettivo un’educazione capace di liberare la scuola e la società dai disastrosi condizionamenti della cultura del “profitto”. leggi tutto

ISCRIZIONI E INFO CONVEGNO 2017

Archivi

Se vuoi contattarci o sapere quando ci incontriamo:

scuoladelgratuito@gmail.com

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 166 follower

Aspettiamo i tuoi interventi!

  • 55,025 visite da Marzo 2009

Convegno Nazionale Scuola del Gratuito Forlì - 30 Settembre-1 Ottobre 2017

Nessun evento in arrivo


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: