Equipe pedagogica o docenti isola?

Uno  dei limiti più evidenti della scuola attuale è la difficoltà dei suoi insegnanti  a fare squadra, a cooperare didatticamente e soprattutto pedagogicamente .

E’ una difficoltà  antica che le deriva dall’ intendere il proprio compito (particolarmente nella scuola secondaria) come strettamente legato all’istruzione, all’addestramento culturale dei giovani. Mentre  i maestri studiano pedagogia nel loro percorso di formazione e sono chiamati nell’orario di cattedra ad alcune ore di confronto settimanali i “docenti” accedono all’insegnamento senza conoscenze educative  specifiche e senza che l’ordinamento scolastico gli chieda un confronto continuo e sistematico

insegnante : Adulti studenti in classe con insegnante aiutando (attenzione selettiva)

Per il docente, in qualità di esperto della propria disciplina sembrano non considerarsi necessarie capacità pedagogiche e spirito di cooperazione. Egli si sente di fatto  autorizzato a concepirsi come individualità staccata, depositaria della parte di cultura che gli compete, nella quale non accetta intromissioni, finendo per produrre inevitabilmente un tipo di insegnamento cattedratico e autoritario ben funzionale ad una scuola basata sul profitto e sulla competizione.

Nella scuola del Gratuito l’insegnante si percepisce educatore in dialogo continuo con i ragazzi, con i colleghi e le famiglie. Egli accetta di confrontarsi con essi  sulle questioni pedagogiche  ma anche sulla didattica e sulla valutazione perché sa che un insegnante impara anche dai suoi allievi e dai genitori. Non si preoccupa tanto del programma ma della persona dei suoi allievi curandone le capacità e le intelligenze con attenzione rivolta ai loro sentimenti, alle loro difficoltà, ai loro tempi. Per essi egli rappresenta un punto saldo, un esempio di coerenza e di gratuità; ne hanno fiducia e non temono di esprimergli le proprie idee  così come le  contrarietà: vedono in lui un maestro non solo di conoscenza ma anche di vita.

Non guarda l’orario ma si ferma a parlare con Carlo suo allievo che ha un problema urgente da sottoporgli; dedica del tempo in estate per aiutare nei compiti i ragazzi più deboli perché come tutti i lavoratori egli ha un solo mese di ferie; per la stessa ragione quando la scuola è chiusa egli si prepara e si aggiorna colmando le sue lacune magari proprio in campo pedagogico.

Egli sa che è impossibile riuscire  a  fare questo da solo e sente il bisogno di lavorare in equipe; un istruttore infatti può addestrare da solo ma un educatore può riuscire nel suo compito solo cooperando con gli altri.

 

Nell’equipe degli insegnanti ci si da forza reciprocamente e non ci si sente mai soli umanamente e professionalmente dinanzi ai problemi. Si confrontano una molteplicità di osservazioni compiute da punti di vista e in momenti diversi della vita scolastica del bambino o del ragazzo   . Si integrano le  analisi individuali, si studiano soprattutto strategie comuni, articolate,  adattabili alla classe e ad ogni singolo allievo che fanno leva sulla motivazione e sulla responsabilità con l’unico scopo di “promuovere”, cioè  far crescere, tutti e ognuno.

Gli allievi ogni mattina  incontrano non più  una serie di insegnanti  con atteggiamenti e richieste spesso anche molto diversi nei loro confronti ma educatori diversi  che cooperano per dare continuità ad uno stesso progetto. Essi percepiscono di far parte di una comunità educativa dove si sperimenta la gratuità e la cooperazione come nuova chiave interpretativa per vivere la propria realtà ed il proprio futuro in modo più felice.

 

 

 

 

Annunci

0 Responses to “Equipe pedagogica o docenti isola?”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Cos’è la scuola del gratuito

La “scuola del gratuito” è un progetto pedagogico che si pone come obiettivo un’educazione capace di liberare la scuola e la società dai disastrosi condizionamenti della cultura del “profitto”. leggi tutto

ISCRIZIONI E INFO CONVEGNO 2017

Archivi

Se vuoi contattarci o sapere quando ci incontriamo:

scuoladelgratuito@gmail.com

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 166 follower

Aspettiamo i tuoi interventi!

  • 55,028 visite da Marzo 2009

Convegno Nazionale Scuola del Gratuito Forlì - 30 Settembre-1 Ottobre 2017

Nessun evento in arrivo


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: