Autovalutazione? Non prendeteci in giro!

In attuazione del DPR 80/13, il Ministero dell’Istruzione, Università, Ricerca  ha emanato la direttiva 11/14 che  da il via  in tutta Italia a quello che viene chiamata  autovalutazione delle scuole. A tale proposito l’INVALSI sta inviando alle scuole stesse gli indicatori e le istruzioni  analizzando i quali appare chiaro che ciò che sulla carta viene chiamata autovalutazione finirà per essere nei fatti una semplice indagine statistica per la quale le scuole verranno sfruttate al fine di fornire i dati . Quanto resterà alle scuole è dichiarato nelle  indicazioni per la compilazione del Rapporto di autovalutazione: “Gli indicatori messi a disposizione rappresentano un utile strumento informativo, se utilizzati all’interno di una riflessione e interpretazione più ampia da parte della scuola. Gli indicatori consentono alla scuola di confrontare la propria situazione con valori di riferimento esterni “  E’ scontato  dire che una gran parte degli indicatori  fa riferimento ai risultati ottenuti dalle singole scuole nei tests .scuola, protesta, test Invalsi Il concetto di autovalutazione in realtà dovrebbe evocare la capacità di ogni scuola di  guardarsi all’interno  attraverso la cooperazione educativa e organizzativa dei diversi soggetti interessati alla scuola stessa, insegnanti, famiglie, studenti, personale, ma anche associazioni e amministrazioni che hanno legami con la scuola. Dovrebbe evocare soprattutto la capacità di ogni scuola di adattare i propri strumenti educativi al contesto sociale, culturale, geografico in cui agisce. Seppure le finalità della crescita umana ,civile e democratica dei giovani siano uniche esistono problematiche, urgenze, obiettivi diversi, nelle scuole del territorio italiano, innegabili e non ignorabili. Imporre  standard unici di riferimento significa condannare una gran parte delle scuole a sentirsi colpevolizzate e penalizzate, nonostante gli sforzi e a volte gli eroismi di chi vi operaEsami terza media prove INVALSI 2014: come prepararsi. Test e simulazioni online nuove e anni precedenti. Consigli

Per non cedere alla demagogia di chi vuol far passare dalla finestra ciò che la base della scuola non vuol far entrare dalla porta  è necessario chiedere che i processi di autovalutazione delle scuole siano regolati sui singoli territori, a volte i singoli quartieri, dove la gente vive, dove i problemi vanno risolti. Nel sistema basato sul profitto e sul prodotto  l’oggettività delle misurazioni rappresenta il mito per eccellenza  mentre  ciò che non è “oggettivo” è demonizzato come  “autoreferenziale”. E’ il sistema imposto dall’alto, unico per tutti,  in realtà ad essere autoreferenziale mentre adattare i parametri alle singole realtà diviene oggettivo perché capace di cogliere ciò che serve davvero, oggettivamente, al miglioramento, che è poi  l’unico fine  della valutazione.

Annunci

0 Responses to “Autovalutazione? Non prendeteci in giro!”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Cos’è la scuola del gratuito

La “scuola del gratuito” è un progetto pedagogico che si pone come obiettivo un’educazione capace di liberare la scuola e la società dai disastrosi condizionamenti della cultura del “profitto”. leggi tutto

ISCRIZIONI E INFO CONVEGNO 2017

Archivi

Se vuoi contattarci o sapere quando ci incontriamo:

scuoladelgratuito@gmail.com

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 166 follower

Aspettiamo i tuoi interventi!

  • 55,025 visite da Marzo 2009

Convegno Nazionale Scuola del Gratuito Forlì - 30 Settembre-1 Ottobre 2017

Nessun evento in arrivo


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: