2° Convegno della Scuola del Gratuito: lavori di gruppo

Domenica 6 Settembre il convegno  si aprirà al confronto diretto attraverso i LAVORI DI GRUPPO . Quattro le tematiche attivate:

  • Ruolo dei genitori nella scuola. In un momento in cui gli organi collegiali vengono messi in dubbio e se ne vorrebbe una riformulazione in termini più aziendali, la Pedagogia del Gratuito ribadisce l’importanza della partecipazione attiva dei genitori ai processi decisionali e valutativi. Il ruolo dei genitori e degli insegnanti sono davvero  cose diverse che non ammettono invadenze di campo o hanno invece ,comunque, a che fare entrambi con l’educazione e lo sviluppo della persona ? Come nascono e come superare le diffidenze e a volte i conflitti tra famiglia e scuola, chi deve iniziare per primo? E’ possibile lavorare insieme insegnanti, genitori e studenti per condurre la scuola in modo democratico e cooperativo nelle commissioni, nella stesura del P.O.F, nei consigli di classe, nelle assemblee?Girotondo bimba_005
  • Valutare senza voti. Alla luce anche delle esperienze narrate nella prima giornata si discuterà del valore strategico del voto per la scuola del Profitto e della necessità individuata dalla Pedagogia del Gratuito di liberare i ragazzi dalla cultura della misurazione e della motivazione estrinseca. Liberare dal voto gli studenti significa davvero liberare la loro motivazione intrinseca , la loro creatività e la voglia di conoscere? Quali conseguenze anche per gli insegnanti, per la didattica, per le relazioni di classe e nel rapporto con le famiglie ?
  • Includere è valorizzare. Che cosa significa integrare o includere dal punto di vista scolastico? Per la Pedagogia del Gratuito questi ragazzi sono una ricchezza un dono per i compagni e gli insegnanti; crescere come persone , arrivare alla maturità di cittadini significa farsi fare il pieno di umanità da questi compagni di strada, perché includere o integrare significa prima di tutto valorizzare i doni che la persona porta agli altri. E’ possibile andare oltre la semplice inclusione topografica degli allievi con problemi  mettendoli al centro della vita di classe o  , soprattutto giunti ad un certo grado scolastico, è necessario dare precedenza al programma scolastico affidandoli di necessità all’insegnante di sostegno? Una scelta da fare  che vede coinvolti insegnanti curriculari e di sostegno in un dialogo che deve diventare cooperazione.
  • Responsabilizzare i ragazzi all’autogestione scolastica. Occorrono regole imposte dall’alto o una maturazione consapevole dei ragazzi per arrivare ad una vita scolastica serena e proficua? Le esperienze della Scuola del Gratuito dicono che se investiti di fiducia gli allievi rispondono con migliore maturità e responsabilità. Fino a che punto spingersi nel dividere con essi decisioni, progetti, valutazioni ? E’ possibile arrivare ad una gestione della scuola a cui partecipino concretamente gli studenti ? Da quale grado scolastico ciò è possibile? Educare alla partecipazione scolastica è un modo reale ed efficace per educare alla democrazia e al miglioramento sociale?

Al termine della mattinata di lavoro verrà presentata ai partecipanti una proposta elaborata dal gruppo di lavoro della Scuola del Gratuito in merito ad una possibile modifica del sistema scolastico nazionale nei termini della Pedagogia del Gratuito. In questo periodo di riforme scolastiche imposte  non si vuole proporre tanto un’alternativa strutturata e del tutto improbabile da realizzare quanto una concretizzazione possibile delle esperienze fatte provando a vedere come diverrebbe la scuola operando alcuni cambiamenti in settori strategici.   E’ un modo per capire che la scuola è modificabile, non ci sono dogmi legati al sistema ma che invertendo l’ordine dei valori  il prodotto migliora. Una ipotesi di cambiamento aperta al contributo dei partecipanti che potranno intervenire a convegno concluso attraverso la rete per suggerire e scambiare opinioni  in modo da arricchirla dal basso e farla divenire una forma comune di pensiero concreto.

Le iscrizioni al convegno terminano il 2 Settembre a ridosso del convegno stesso  perché abbiamo pensato di venire incontro il più possibile alle esigenze di tutti  ma chi ha già deciso di partecipare è pregato di iscriversi al più presto. Siamo un piccolo gruppo, lo sforzo organizzativo è molto grande , se ci date una mano ciò andrà a beneficio di una qualità migliore  per tutti.

Annunci

0 Responses to “2° Convegno della Scuola del Gratuito: lavori di gruppo”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Cos’è la scuola del gratuito

La “scuola del gratuito” è un progetto pedagogico che si pone come obiettivo un’educazione capace di liberare la scuola e la società dai disastrosi condizionamenti della cultura del “profitto”. leggi tutto

Archivi

Se vuoi contattarci o sapere quando ci incontriamo:

scuoladelgratuito@gmail.com

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 185 follower

Aspettiamo i tuoi interventi!

  • 59,459 visite da Marzo 2009

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: