Quando la lezione diviene “compito di realtà”

Una lezione insolita al Pertini di Vercelli. Protagoniste due insegnanti  e i  ragazzi stessi della scuola. Si parla tanto di compiti di realtà ma spesso la “realtà” dei compiti  assegnati agli allievi è inventata. Se si vuole insegnare la democrazia occorre viverla in classe, se si vuole insegnare la passione al sapere bisogna sperimentarla in classe, se si vuole insegnare l’integrazione bisogna ………

 

Da “La Tecnica della scuola”

 

“Da oggi gli studenti con uno, o entrambi i genitori stranieri, seguiranno le lezioni in un’aula separata”.

Per gli allievi stranieri, inoltre, sono previsti due esami in più, per dimostrare la conoscenza della lingua e cultura italiana.

Ha destato sconcerto e reazioni inaspettate in docenti e alunni, la Circolare letta il 6 marzo nelle classi terze della scuola media Pertini di VercelliRisultati immagini per foto contro il razzismo

Il contenuto è arrivato, nel volgere di pochissimo tempo, ad associazioni ed organismi del territorio. Che si sono subito detti pronti a scendere in piazza e a scrivere al ministero dell’Istruzione, in difesa di alunni e famiglie non italiane.

In realtà, si trattava  di un esperimento, ideato dall’istituto per sensibilizzare e far riflettere gli studenti sulle leggi razziali tra la Giornata della Memoria, celebrata il 27 gennaio, e la Giornata dei Giusti, che si è svolta nella scuola di Vercelli.

Gli alunni stranieri della Pertini erano gli unici a sapere che si trattava di una simulazione, e hanno retto alla perfezione la parte.

“La simulazione – hanno detto le insegnanti Patrizia Pomati e Carolina Vergerio – è durata il tempo necessario a far elaborare ai ragazzi le emozioni provate”. Una volta svelata la finzione, i ragazzi sono stati invitati a scrivere su un foglio le emozioni provate. “Mi sono sentito uno schifo perché non mi ritengo superiore ai miei compagni”, ha scritto uno di loro. Raggiungendo in pieno lo scopo prefissato dagli insegnanti ideatori dell’insolita circolare pubblicata (per finta) nella scuola media piemontese.

Annunci

0 Responses to “Quando la lezione diviene “compito di realtà””



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Cos’è la scuola del gratuito

La “scuola del gratuito” è un progetto pedagogico che si pone come obiettivo un’educazione capace di liberare la scuola e la società dai disastrosi condizionamenti della cultura del “profitto”. leggi tutto

ISCRIZIONI E INFO CONVEGNO 2017

Archivi

Se vuoi contattarci o sapere quando ci incontriamo:

scuoladelgratuito@gmail.com

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 166 follower

Aspettiamo i tuoi interventi!

  • 55,025 visite da Marzo 2009

Convegno Nazionale Scuola del Gratuito Forlì - 30 Settembre-1 Ottobre 2017

Nessun evento in arrivo


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: